In barca da pesca in Liguria

La Liguria è una regione ricca e suggestiva, con paesaggi unici che solo il mare è capace di far apprezzare a bordo. Acque cristalline, brezze marine ed un colore mediterraneo sono solo alcuni degli ingredienti capaci di far innamorare tanti turisti provenienti da ogni angolo del mondo.

Un puzzle di luoghi e fondali che si adattano alla perfezione alla pesca in mare ed alle uscite in barca in compagnia.

La Liguria permette ai pescatori e agli esperti del settore di utilizzare diverse tecniche di pesca che variano da quella a traino per arrivare a quella a bolentino e bolentino di fondo; tutte tipologie che si applicano tenendo conto del periodo e delle condizioni meteorologiche e del mare.

Un’uscita in mare che si rispetti è assistita fin dalle prime ore della giornata da uno skipper di professione che conosce le zono più indicate dove appostarsi, i periodi ed i tipi di pesca più indicate in quel determinato periodo dell’anno.

uscite di pesca in liguria

Le tecniche di pesca

Le tecniche sono molteplici e sono più o men o indicate per pescatori esperti o neofiti.

La Traina è praticata sia vicino alle coste che più a largo; si tratta di una tecnica in grado di regalare al pescatore grandi soddisfazioni permettendogli di catturare spigole, ricciole, dentici, sgombri ed anche pesci più grandi come il tonno ed il pesce spada.

La lenza, dev’essere piombata con più pesi in modo tale da non impigliarsi durante una virata o una ferrata simultanea e la sua lunghezza deve necessariamente variare.

Per la traina costiera è sufficiente uscire con una barca pratica, non troppo grande in modo da evitare gommoni o windsurf, mentre per la traina d’altura è meglio avere una imbarcazione più grande, più attrezzata e particolarmente adatta a rispondere alle sollecitazioni del mare.

Per la pesca di pesci medio piccoli è sufficiente dotarsi di lenze a mano anche se sono più indicate le canne da bolentino con un mulinello con buona frizione e a tamburo fisso, per i pesci più grandi invece è utile scegliere canne resistenti e robuste in grado di reggere facilmente le normali sollecitazioni.

Come per le canne, anche il mulinello è facilmente sollecitato, pertanto è importante che sia ben calibrato oltreché leggero e resistente.

Col termine Bolentino si intende invece una particolare tecnica praticata a canna e mulinello e che avviene su una barca che si allontana dalla costa per pescare prede che di solito non si avvicinano alle coste o che sono più facili da catturare in fondali più profondi.

La tecnica di pesca conosciuta col nome di Spinning consiste invece nell’individuare i branchi in caccia. Risulta più facile individuarli quando, col mare calmo, dall’imbarcazione si notano delle bollicine oppure dalla presenza dei gabbiani; una volta avvistata la preda è sufficiente avvicinarsi e lanciare la lenza.

Per questo tipo di pesca, non è detto che si debba uscire al largo, talvolta il miglior pescato proviene vicino alle coste e proprio per questo può andar bene qualsiasi tipo di imbarcazione, purché sia comunque comoda e soprattutto sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi