Che cosa è l’ipertensione

Un vecchio adagio afferma che prevenire è meglio che curare e anche tu sicuramente saprai che, con uno stile di vita sano ed equilibrato, puoi tenere lontano il rischio di fastidiose e in alcuni casi pericolose complicanze. L’ipertensione può essere il risultato di uno stile di vita non corretto.

Ma che cos’è esattamente l’ipertensione? Quando si parla di ipertensione ci si riferisce ad un disturbo inizialmente asintomatico che consiste nell’innalzamento della pressione del sangue. Quando essa si verifica vi è una maggior forza esercitata dal sangue contro la superficie delle arterie. A volta si tratta di una variazione poco importante, altre volte di qualcosa che, se non viene preso in tempo, può rivelarsi dannoso per il nostro organismo ed il nostro naturale benessere.
E’ importante capire anche se la pressione alta è qualcosa di cronico, sempre presente in te, oppure di occasionale. In base a questo, infatti, il medico potrebbe prescriverti una cura differente.

ipertensione

Quali sono le sue cause dell’ipertensione?

Cause dell’ipertensione possono essere il fumare, l’alimentarsi con cibi poco salutari e ricchi di grassi, non svolgere alcun tipo di attività fisica o ancora avere uno stile di vita sedentario. Anche chi abusa di alcool potrebbe essere soggetto ad un innalzamento della pressione e bisogna quindi stare attenti e tenere sott’occhio diversi fattori.

Il colesterolo alto, il diabete ed una vita caratterizzata da stress continuo possono provocare un innalzamento della pressione nel sangue. Tra i fattori di rischio si trovano anche elementi come l’età, il sovrappeso, i disturbi alla tiroide e la familiarità con questo tipo di problema. Ma se queste sono le possibili cause, quali potrebbero essere le conseguenze? Che cosa potrebbe accadere se non ti accorgi di soffrire di pressione alta o se scegli di sottovalutare alcuni segnali provenienti dal tuo corpo?

Quali sono le conseguenze dell’ipertensione?

L’ipertensione, se trascurata o non curata, può avere conseguenze gravi e in alcuni casi mortali. Dicendo questo non ti si vuole spaventare, ma semplicemente far capire che si tratta di una problematica da non prendere sotto gamba.

La pressione alta può portare a problematiche al cuore, che si trova a dover pompare una sempre maggiore quantità di sangue, disturbi all’apparato cardiocircolatorio in generale, infarti e scompensi cardiaci, ingrossamento del muscolo cardiaco, affaticamento e difficoltà nel respirare, accumulo di liquidi nei tessuti e negli organi del nostro corpo oltre che nelle gambe e nei polmoni.

L’ipertensione può provocare l’aterosclerosi, ovvero un aumento ed un indurimento delle pareti delle arterie, con conseguenti possibili colpi apoplettici. Tra le parti del nostro corpo che più soffrono le conseguenze dell’ipertensione vi sono i vasi sanguigni, che a causa della pressione alta possono subire dei danni di differente entità. In essi, ad esempio, si possono formare degli aneurismi.

Un’altra conseguenza della pressione alta è la fragilità crescente dei già menzionati vasi sanguigni, che così rischiano di rompersi, causando emorragie anche pericolose e considerevoli. L’ipertensione può quindi causare danni ad organi come il già citato cuore, il cervello (a cui sono correlate facoltà come memoria ed apprendimento) ed i reni, ma anche agli occhi e a tutto il sistema visivo.

Prevenire è meglio che curare

Se desideri allontanare da te il rischio dell’ipertensione cerca di condurre uno stile di vita sano. Muoviti più che puoi, pratica sport, vai a camminare, mantiene basso il valore del colesterolo e alimentati in modo equilibrato.

Non consumare, ad esempio, cibi ricchi di sale, che procurano un innalzamento della pressione, ma preferisci le spezie per insaporire piatti e pietanze. Al contrario è bene consumare alimenti ricchi di potassio che, è dimostrato, ha effetti positivi sulla regolazione della pressione arteriosa.

Buona norma sarebbe anche quella di bere acqua povera di sodio. Controlli periodici della pressione possono essere di grande aiuto per la prevenzione e la gestione dell’ipertensione. Ricordati sempre di rivolgerti al tuo medico in caso di dubbi e incertezze.Inizio modulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi