Come scegliere l’offerta luce per la propria casa

Se si ha intenzione di cambiare o di sottoscrivere per la prima volta il servizio di somministrazione di corrente per la propria abitazione è necessario attivarsi per trovare le offerte più convenienti. Gli elementi e i parametri da prendere in considerazione sono svariati, uno dei più importanti è sicuramente il costo del kWh. È questo che, generalmente, rende un fornitore più o meno caro. Il confronto quindi per poter essere preciso si deve basare proprio sul prezzo dell’energia elettrica espressa in euro al chilowattora. Per effettuare i vari confronti quindi è necessario ricavare tale dato dalle precedenti bollette pagate.

Come scegliere le offerte in base alle fasce

Nel mercato della somministrazione dell’energia elettrica è possibile scegliere tra le diverse offerte suddivise in base alle fasce orarie. In genere le opzioni si riducono a due: fascia monoraria e fascia bioraria. I moderni contatori riescono infatti a registrare i consumi giornalieri dell’intera famiglia suddividendole nelle fasce orarie. Per i contratti di somministrazione di energia elettrica domestici normalmente le fasce sono divise in F1 (ovvero ore diurne dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 19) e la F23 (ovvero la fascia per le ore serali e notturne nei weekend, nonché per i festivi e per tutti i giorni dalle ore 19 alle ore 8 del mattino). In questo modo è possibile optare tra le diverse offerte luce per la casa in modo da individuare quella maggiormente idonea per le proprie esigenze giornaliere. Per comprendere quale sia la fascia migliore per i propri fabbisogni è fondamentale conoscere i propri consumi, per saperlo basta consultare la propria bolletta e controllare tutti i consumi fatturati (cioè quelli concernenti alla singola bolletta) e i consumi medi annui. Per porre in essere un’analisi più dettagliata è necessario considerare i consumi annuali consultabili nel riepilogo delle letture e consumi.

Come scegliere il fornitore ideale 

Per scegliere il fornitore di energia è fondamentale prendere in considerazione anche altri aspetti come ad esempio la qualità del servizio offerto. Il primo metodo per avere maggiori informazioni in merito ai servizi offerti dai fornitori è quello di chiamare gli appositi numeri verdi o call center. Inoltre, è possibile fare direttamente la voltura tramite conversazione telefonica, senza recarsi fisicamente in sede. Un’altra modalità, forse più semplice, è quella di connettersi online con un qualsiasi dispositivo al sito ufficiale dei fornitori e valutare tutti i servizi. Anche il mondo dell’energia elettrica ormai si sta innovando, molti fornitori infatti offrono anche il servizio di self-care ovvero i singoli utenti possono gestire la propria fornitura in modo del tutto autonomo accedendo direttamente nell’area riservata interagendo così il meno possibile con gli addetti e il personale.

Il mercato libero

Di qui a breve esisterà solo ed esclusivamente il mercato libero anche nel mondo della fornitura di energia. Sul mercato infatti esistono tantissime compagnie che offrono i propri servizi a prezzi diversi, per questo è fondamentale imparare a confrontare le diverse offerte e scegliere la migliore. Logica conseguenza della liberalizzazione del mercato e la presenza di una forte concorrenza tra i fornitori che, almeno in teoria, dovrebbe portare ad una progressiva riduzione dei prezzi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Continuando a navigare accetti le disposizioni sui cookies più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi