Curiosità sugli animali

Perché i canguri hanno la tasca?

I canguri appartengono alla specie dei marsupiali, dei mammiferi diffusi principalmente in Australia. La loro diffusione limitata dipende dall’isolamento della grande isola australiana rispetto alle terre emerse degli altri continenti. Quando un piccolo di canguro viene al mondo è particolarmente indifeso: è piccolo, non ha pelo e non è fisicamente completo. In queste condizioni, la Natura si è inventato un modo molto buffo di portare a termine la crescita, cioè un marsupio. Una tasca dove il piccolo rimane senza mai uscire fino al completo sviluppo. Senza questa possibilità il piccolo canguro non avrebbe alcuna chance di sopravvivere all’ambiente esterno. L’aspetto molto strano è che il canguro adulto è un animale di grosse dimensioni, molto alto, robusto e vivace. Può raggiungere il peso di un uomo, eppure alla nascita è piccolo, indifeso. Soltanto dopo sei mesi inizia a sviluppare il primo pelo, che gli consente di uscire dal marsupio. Dopo dieci mesi inizia già a pesare 3 kg e può abbandonare la tasca della madre. I canguri, nonostante siano animali imponenti al massimo dello sviluppo, non sono affatto aggressivi. Vivono in piccoli gruppi e non hanno nemici nella catena alimentare. La caratteristica principale è che come sanno tutti i bambini, camminano a salti. Possono anche farne di oltre nove metri, superando in altezza barriere ed ostacoli alte oltre metri. Questa agilità e la simpatia che infondono ne hanno fatto l’animale simbolo dell’Australia.

Perché le giraffe hanno il collo molto lungo?

L’immagine di una giraffa che si aggira nella savana è molto suggestiva. Sembra una grossa antilope con il collo estremamente allungato e il corpo sproporzionato. Le giraffe, con il loro caratteristico manto maculato, sono adattate a un ambiente particolarmente ostile. La loro colonna vertebrale ha soltanto sette vertebre cervicali, ma a differenza dell’uomo e di altri animali, queste sono molto lunghe. Per la giraffa il collo lungo è una questione di sopravvivenza: se non l’avessero non potrebbero raggiungere i rami più alti degli alberi, dove altri erbivori non possono arrivare. La grande altezza dà loro una sorta di periscopio naturale, possono vedere ben oltre la folta vegetazione e scappare quando arrivano predatori come i grandi felini, che sono i principali nemici della giraffa. Vivendo esclusivamente nella savana africana devono guardarsi dai predatori, che possono nascondersi nella bassa vegetazione con le loro sperimentate tecniche di caccia. Il collo lungo consente loro di accedere a delle foglie che gli altri erbivori della savana non potranno mai raggiungere, garantendosi una riserva di cibo continua.

Perché le lucciole sono luminose?

In estate nelle campagne è ancora possibile vederle, parliamo delle lucciole. Sono insetti luminescenti che evocano sempre un certo fascino. La luminosità è data da una sostanza presente nel loro corpo, chiamata luciferina, che produce una luce fosforescente. Come capita spesso nel mondo degli animali, questo strumento serve ad attirare il partner, per dare la propria disponibilità all’accoppiamento. Emettono impulsi regolari, con intervalli di uno o due lampi per secondo. La sostanza all’interno della parte inferiore del corpo, pare sia in grado di trasformare in luce l’energia chimica presente nelle loro cellule. In questa estate del 2017 sembra siano anche tornate in città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi