Gastrite cronica: tisane e infusi che potrebbero farti stare meglio

Con il termine gastrite, si intende un’infiammazione e/o irritazione della mucosa gastrica. Essa può essere acuta oppure cronica, a seconda della sua comparsa improvvisa oppure lenta e costante. In genere, per risolvere il problema si combina una terapia farmacologica ad una dieta ottimale al fine di limitare l’acidità di stomaco, tuttavia è possibile alleviare il disturbo anche con alcune tisane ed infusi.

Tisana alla lavanda

La lavanda è una pianta carminativa ottima per preparare infusi in grado di calmare i sintomi della gastrite cronica. Infatti, essa incrementa la secrezione della bile, pertanto allevia i dolori di stomaco provocati dall’infiammazione della cistifellea, inoltre ha un effetto calmante e migliora l’umore. La preparazione di una tisana alla lavanda è molto semplice: è necessario procurarsi dei fiori secchi, comprandoli direttamente essiccati oppure lasciando essiccare dei fiori freschi. In ogni tazza d’acqua bollente vanno messi due cucchiaini di fiori di lavanda, da lasciare in infusione per circa un quarto d’ora. Prima di bere la tisana, è importante filtrare bene il tutto, inoltre è consigliabile berla amara, aggiungendo al massimo un po’ di miele.

Infuso allo zenzero

Lo zenzero è un valido alleato in caso di gastrite. Esso, infatti, è in grado di alleviare le irritazioni del tratto gastrointestinale, l’infiammazione, il reflusso gastrico, ed evita anche che l’acido dello stomaco possa raggiungere l’esofago, grazie ai suoi composti fenolici. La quantità ideale di zenzero giornaliera è di circa quattro grammi che in genere corrispondono  ad un cucchiaino di radice di zenzero triturata, ma è possibile anche  utilizzare fettine o cubetti. Basta lasciare ad infusione in una tazza d’acqua bollente per circa dieci minuti e poi filtrare. Si può bere l’infuso ottenuto per due o tre volte durante la giornata, ripetendo per una settimana.

Decotto alla barbabietola rossa

Le foglie della barbabietola rossa sono un vero toccasana per trattare le infiammazioni gastrointestinali, come appunto la gastrite. Infatti, questo vegetale è in grado di alleviare il reflusso gastrico e l’acidità di stomaco. La preparazione è molto semplice: è necessario sminuzzare 50 grammi di foglie fresche di barbabietola in modo grossolano, e metterle in 250 ml di acqua bollente, per circa una decina di minuti. Dopo che l’acqua ha raggiunto il bollore, è necessario rimuovere il pentolino dal fuoco, lasciando le foglie all’interno per una ventina di minuti. È poi necessario filtrare il composto e consumare una o due tazze al giorno.

Tisana al finocchio, calendula e camomilla

Il finocchio è un ortaggio particolarmente utilizzato per trattare i sintomi della gastrite, poiché dotato di proprietà antisettiche e digestive. La calendula, invece, è un antiinfiammatorio naturale, capace di calmare l’irritazione della mucosa gastrica. La camomilla, invece, è lenitiva, ha un’azione calmante e protettiva delle pareti dello stomaco. Per preparare questa tisana, è necessario utilizzare circa 50 grammi di fiori di calendula, 20 grammi di finocchio essiccato e 40 grammi di camomilla. È necessario bollire queste erbe in 250 ml d’acqua e lasciare ad infusione per almeno 5-10 minuti, poi filtrare il tutto e bere dopo i pasti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Continuando a navigare accetti le disposizioni sui cookies più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi