I migliori parchi nazionali americani

Gli Stati Uniti d’America hanno la fortuna di avere un’abbondanza di luoghi meravigliosi da visitare, con i maestosi Parchi Nazionali che figurano nella lista di molti viaggiatori. Sia che vi stiate godendo le coste della East Coast, sia che stiate viaggiando lungo la magnifica West Coast, sia che stiate facendo escursioni nelle maestose Montagne Rocciose, ci sono più che sufficienti possibilità di esplorare i grandi spazi aperti in uno di questi spettacolari parchi. Tutti i parchi nazionali, 58 in totale, rappresentano una straordinaria varietà di ambienti naturali incontaminati e classificarli sarebbe ingiusto, poiché offrono tutti esperienze diverse. Tuttavia, con la seguente scheda vi presento i miei dieci Parchi Nazionali preferiti negli USA, con la mia classifica basata sullo scenario generale, la visione della fauna selvatica e le opportunità di escursioni. Ricordati che prima di programmare un viaggio negli Stati Uniti, hai bisogno di dell’Esta per USA, il visto elettronico, da richiedere per ogni permesso turistico.

Grand Canyon

Un paesaggio potente e stimolante, il Grand Canyon National Park è una delle destinazioni turistiche più popolari negli Stati Uniti (quindi siate pronti ad affrontare folle enormi). Combinazioni uniche di colore geologico e forme erosive scolpite dal fiume Colorado decorano un canyon che è lungo 277 miglia di fiume (446 km), largo fino a 18 miglia (29 km) e profondo 1,6 km. Il Grand Canyon rivela la forza della natura con le sue imponenti butte, pinnacoli e mesas, e le sue immense dimensioni lasciano molti visitatori con le gambe a pezzi.

Parco nazionale del Denali

La tranquillità e la natura selvaggia attendono il visitatore, nonostante sia il Parco Nazionale più visitato dell’Alaska. I viaggiatori che si recano a Denali vedranno la foresta di taiga, relativamente a bassa altitudine, cedere il passo alla tundra alpina e alle montagne innevate, che culmineranno nella vetta più alta del Nord America, il Monte McKinley, alto 6.168 metri (purtroppo oscurato dalle nuvole 4 giorni su 5). Animali selvatici, grandi e piccoli, vagano in terre non recintate, vivendo come hanno fatto per secoli, creando straordinarie opportunità per avvistarli.

Yellowstone

Yellowstone è stato istituito nel 1872 come primo Parco Nazionale d’America – un’idea che si è diffusa in tutto il mondo – per proteggere la maggior parte dei geyser della terra, così come altre meraviglie termali che costituiscono un paesaggio ultraterreno composto da vapore, bolle e fango bollente. Oltre alle caratteristiche termali, la vasta natura selvaggia di Yellowstone comprende catene montuose, laghi, cascate.

Parco nazionale di Zion (Utah)

Nello Zion National Park, le forze della natura si sono riunite per creare uno dei più drammatici scenari di scogliere e canyon degli Stati Uniti, offrendo opportunità quasi illimitate per escursioni, campeggio, canyoning e altre esperienze nella natura selvaggia. Nel Parco vivono anche animali selvatici come il cervo mulo, l’aquila reale e il leone di montagna.ù

Catena montuosa del Teton

Lo spettacolare Grand Teton National Park si trova appena a sud del suo più famoso fratello, lo Yellowstone National Park. Sorgendo sopra una valle pianeggiante ricca di una straordinaria fauna selvatica e di laghi incontaminati, la catena del Teton è un monumento alle persone che hanno combattuto per proteggerla. Rispetto al gemello è meno esteso, meno affollato e più facile da visitare.

Glacier National Park

L’area selvaggia di un milione di ettari del Glacier National Park si trova nello stato del Montana e nelle province canadesi della British Columbia e dell’Alberta. Il Parco, da non confondere con il Glacier Bay National Park dell’Alaska, è stato istituito nel 1910 per preservare le sue foreste incontaminate, le praterie alpine, le aspre montagne, le valli intagliate dai ghiacciai e gli spettacolari laghi. I suoi habitat diversificati sostengono popolazioni sane di grizzly e orsi neri, capre di montagna, pecore di montagna, alci, ghiottoni, lupi, lupi e leoni di montagna. Con oltre 1.200 km di sentieri, il ghiacciaio è un paradiso escursionistico per i visitatori avventurosi in cerca di natura selvaggia e solitudine.

Yosemite

Protetto per la prima volta nel 1864 e uno dei primi parchi del National Park Service, lo Yosemite della California è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. La caratteristica centrale del parco è la Yosemite Valley, che è circondata da imponenti cime di granito, fitte foreste di pini e le sue famose e spettacolari cascate. Ma il Parco è molto di più di una grande valle con cascate; si possono trovare profonde valli, grandi prati, antiche sequoie giganti e più di 800 miglia (1300 km) di spettacolari escursioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi