Igiene dentale per i bambini più piccoli

Non è mai troppo presto per un bambino per imparare le basi dell’igiene e della prevenzione orale. Spesso i genitori si chiedono quando arrivi il momento giusto per introdurre il piccolo alle nozioni dell’igiene della bocca, la risposta corretta è che questo momento parte da quando spunta il primo dentino. Non appena il bambino è in grado di capire come tenere in mano uno spazzolino dovrebbe cominciare a lavarsi i denti, sotto l’occhio attento di mamma e papà, finché non impara a farlo in modo indipendente.

I bambini imparano alla svelta, purché i genitori siano severi e fermi nel ricordare loro che dopo ogni pasto i denti vanno sempre spazzolati con cura, anche se lo spazzolino non è tutto per ciò che riguarda l’igiene dentale. Certo, per un bimbo è il punto di partenza.

L’importante è che ci si prenda cura dell’igiene dentale dei bambini fin dai primi mesi di vita, aiutandoli a lavare i denti la mattina e la sera.

Ma come impostare l’igiene dentale nei bambini? Come aiutarli ad imparare?

Igiene dentale da 0 a 2 anni

I bambini nascono già con dei germi nelle gengive, che inizialmente sono ben nascosti, ma comunque bisogna prendersi cura del cavo orale dei piccoli fin dai primi mesi di vita, ancora prima che spunti il primo dente. Quando i bambini non hanno ancora i denti, per pulire il cavo orale può bastare una garza o del tessuto morbido e molta delicatezza.

Fra il sesto ed il nono mese, cominceranno a spuntare i dentini, ma non è ancora ora per uno spazzolino. Per capire meglio quando è bene cominciare a pulire i denti dei bambini col dentifricio e spazzolino può essere utile consultare il pediatra.

Nei primi anni di vita, comunque, è fondamentale seguire da vicino l’igiene orale del piccolo, per evitare che si possano accumulare dei germi e di conseguenza che possano insorgere delle carie.

igiene dentale bambino

Dai due anni in su

Quando il bambino ha compiuto 2 anni, dovrebbe essere capace bene o male ad usare lo spazzolino con del dentifricio con fluoro.

Ci si deve assicurare che il piccolo non inghiottisca il dentifricio e bisogna seguirlo nelle operazioni di lavaggio dei denti, in modo da controllare che faccia tutto per bene e per aiutarlo a diventare man mano autonomo.

A 3-4 anni il bambino dovrebbe essere in grado di spazzolare i denti da solo, e da mantenere una corretta igiene orale in autonomia, comunque i genitori devono sempre controllare.

Fra i 3 ed i 5 anni è bene cominciare a fare le visite dal dentista per individuare se ci sono delle carie che non si sono ancora manifestate, ma che potrebbero cominciare a dare problemi da lì a poco.

Oltre i sei anni

Verso i sei anni i bambini perdono i denti da latte e si prepara il posto per i denti permanenti. Il bambino potrebbe avere bisogno di aiuto nella gestione dell’igiene orale, quindi è opportuno che i genitori lo rassicurino e lo aiutino a capire che si tratta di una fase normale. In particolare, potrebbe essere necessario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi