Il fotovoltaico in Sicilia: il futuro economico dell’isola

La Sicilia è una regione mediterranea per antonomasia, dove le risorse naturali si rivelarono favoreggi a un’organizzazione dello spazio in piccoli stati agricolo-marinari, o in stabilimenti commerciali litoranei intrattenenti un rapporto simbiotico, ma non di diretto dominio, con l’interno; organizzazioni, però insufficienti per uno sviluppo industriale su media scala. La stessa posizione centro mediterranea ha favorito e invogliato la conquista ada parte delle potenze egemoni di un dato momento storico, fatti che consentivano e rafforzavano la posizione di una potente aristocrazia agraria locale, latifondista, dominante per lunghi secoli la struttura economica interna, in cambio di una situazione esterna paracoloniale. L’isola ha così sviluppato, di volta in volta, una struttura economica in funzione delle varie madrepatrie (ad esempio grano per i romani, colture irrigue e industriali per i Borboni, pesce per l’Italia insieme a petrolio e prodotti agricoli). Limitate sezioni costiere del territorio hanno conosciuto in passato colture intensive e una vita commerciale vivace, in funzione di grandi città come Palermo e Messina, ma la gran parte dell’isola ha visto mutare assai lentamente la situazione economico-territoriale nel corso dei secoli.

Scelte economiche del passato

Il cordone ombelicale verso il mondo culturale ed economico sub-mediterraneo, formatosi durante la dominazione araba, si ricedi con i Normanni che, se riportano l’isola in un’orbita europea e ne fanno insieme agli Svevi uno dei centri di potere politico ed economico del mondo medievale, la condannando a nutrire strutture economico-territoriali di tipo feudale, che peseranno per secoli. Il mancato decollo dell’economia di stampo settentrionale, come è comune in gran parte del Mezzogiorno deriva anche dalla periferici e dallo stato di subordinazione rispetto alle grandi aree decisionali italiane ed europee. La Sicilia, pur mutando assai le condizioni storiche, rimane ancora per qualche verso una sorta di zona di frontiera. Insieme alla Sardegna, peraltro più lontana, essa però spesso funge da laboratorio di nuovo politiche e di scelte economiche.

Fotovoltaico ed energie alternative in Sicilia

È il caso dell’energia. La Sicilia è una delle poche zone in Italia dove ci siano fonti energetiche primarie, come il petrolio e il gas. I giacimenti più importanti si trovano a Gela e a Ragusa e hanno dato vita a delle raffinerie molto importanti, che raffinano 80.000 barili al giorno. Sono presenti anche delle riserve di gas. Insieme non assicurano che il 7% del fabbisogno nazionale, ma comunque ciò a portato alla costruzione di importanti impianti da parte dell’Eni già a partire dal periodo della presidenza Mattei. La Sicilia è una regione che gode di un ampio tasso di irraggiamento solare: anzi, si può dire che la Sicilia è la regione più soleggiata d’Italia in virtù della sua latitudine e dell’esposizione a giornate calde, soleggiate, durante buona parte dell’anno. Ciò ha permesso di sperimentare la diffusione su scala regionale del solare fotovoltaico. Numerose sono le aziende che si occupano dell’installazione di impianti fotovoltaici domestici, residenziali e in piccole aziende o edifici pubblici. Il fotovoltaico, insieme al mini eolico, è considerato molto promettente in termini di conversione energetica e rappresenta certamente un volano per lo sviluppo dell’isola, insieme al turismo e all’agricoltura e la pesca.

Per saperne di più
Sul fotovoltaico in Sicilia leggi EFV Ingegneria, con sede in via Loreto 73 – 90010 – Altavilla Milicia (PA). Si spiegano le politiche di incentivi e la portata del fotovoltaico nella regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi