Quali sono gli animali dannosi per l’uomo?

Quali sono gli animali dannosi per l'uomo?Ci sono alcuni animali che, pur non entrando spesso in contatto con l’uomo, possono essere pericolosi a causa del loro veleno o perchè agenti di gravi malattie. Lo scorpione, ad esempio, che vive in tutti i paesi temperati e caldi. Non tutti, però, con il loro veleno causano la morte della persona colpita; ciò avviene per lo più con le specie dei paesi tropicali, mentre quelle dei paesi temperati provocano, con il loro veleno, dolore acuto, edema emorragico e, al massimo, ipereccitabilità.

Lo scorpione

Pericoloso per l’uomo è pure il veleno di alcune specie di ragni tropicali, mentre quelle dei ragni che vivono nelle nostre regioni si limita a provocare un leggero arrossamento della parte colpita. Va infine ricordato che esistono anche pesci velenosi per la presenza di varie tossine nei loro organi. Alcuni, come il luccio, il barbo, le murene, sono velenosi solo nel periodo degli amori. E per concludere, alcuni sono ospiti di parassiti animali e vegetali, mediante i quali trasmettono varie malattie.

La vipera

Comune in Italia con le specie Vipera aspis, Vipera beris, Vipera ammodytes e Vipera ursini, con il suo morso è molto pericolosa per i bambini e le persone deboli pur arrecando dolori non trascurabili anche alle persone adulte e robuste. Dopo qualche minuto dal morso si avverte un forte bruciore intorno alla ferita, poi, da una a due ore piú tardi, appaiono i primi sintomi dell’avvelenamento: malessere generale e sudori freddi accompagnati talvolta da diarrea, crampi e delirio. Se la vittima non viene soccorsa con prontezza può sopraggiungere anche la morte, provocata da paralisi respiratoria. È necessario estrarre subito dalla ferita la frazione di veleno non ancora entrata in circolazione, ricorrendo ad incisione e a succhiamento dato che il veleno della vipera è innocuo per via gastrica, e praticare un’iniezione di siero antiviperico.

Il topo ed il ratto

L’importanza del topo e di tutti i Murini nella vita dell’uomo è enorme, ma purtroppo si tratta quasi sempre di un’importanza deleteria. Basti pensare a molte specie di topi e di ratti che divorano enormi quantità di sostanze alimentari e di prodotti agricoli e che sono fra gli agenti indiretti piú temibili di morbi endemici ed epidemici, quali la peste ed il colera.

Topi e ratti hanno seguito l’uomo dovunque duante i suoi spostamenti da paese a paese, da continente a continente. Possiamo dire che per questi animali si sono ripetute le vicende degli animali domestici, malgrado l’uomo stesso però, che nei Murini ha trovato, sia per la loro prolificità, sia per la loro voracità, animali estremamente dannosi, per i quali qualsiasi mezzo di lotta e di distruzione si è rivelato inefficace. Solo negli ultimi anni si sono ottenuti maggiori risultati con i mezzi offerti dalla moderna chimica, che ha fornito gas asfissianti e sostanze tossiche. Nel contempo, la vigilanza delle autorità sanitarie e l’organizzazione dei mezzi di quarantena in tutti i porti del mondo mantengono sotto controllo le navi le cui stive possono essere infestate da ratti. La medesima sorveglianza viene effettuata nelle zone industriali, attorno ai silos, ai magazzini di generi alimentari.

Ciò non di meno le disinfestazioni effettuate hanno solo valore temporaneo poiché, data la prolificità dei Murini, come s’è detto, nuove generazioni appaiono di quando in quando anche nelle nostre città, trovano il loro ambiente ideale nelle fogne e tra le immondizie. Abbiamo detto che topi e ratti sono agenti «indiretti», salvo casi eccezionali, perché fungono per lo piú da serbatoio di virus, e gli agenti patogeni vengono trasmessi ad altri animali ed all’uomo mediante ectoparassiti (pulci, ecc.). Fra tutti i Murini, i principali vettori di malattie sono i ratti di chiavica ed il topolino delle case, non foss’altro che per il fatto che, più di altre specie, vivono nelle nostre case ed in diretto c6ntatto con gli alimenti e con gli oggetti d’uso domestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi