Quali sono le migliori tisane drenanti

Tisane drenantiSentirsi gonfi è davvero seccante, ed è una cosa che può dipendere da diversi fattori. Se il problema sono i liquidi, la natura può darci una grossissima mano.

Migliori tisane drenanti, panoramica

Il mondo si divide in chi soffre molto sporadicamente di ritenzione idrica ed in chi, purtroppo, deve farci i conti molto spesso; ovviamente escludiamo coloro che soffrono di qualche patologia dato che si tratta di casi a parte che richiedono un consulto medico vero e proprio. A prescindere dalla frequenza con cui si presenta questo disturbo, vi sarà senz’altro utile sapere quali sono le migliori tisane drenanti. Oltre alla mera idratazione infatti – un paio di litri di acqua al giorno sarebbe necessario berli a prescindere– esistono alcune erbe che se assunte sotto forma di tisana sono in grado di aiutarci a liberarci dei liquidi in eccesso. A seconda della causa che ci fa accumulare liquido sono consigliabili tisane drenanti realizzate con principi diversi. Ad esempio, se soffriamo di pesantezza di gambe l’ormai arcinota centella asiatica e la vite rossa sono in grado di darci una grossa mano. La sensazione di gonfiore e pesantezza è dovuta invece ad una cistite? La terapia antibiotica è spesso imprescindibile, ma se si affiancano camomilla ed uva ursina ci sentiremo subito meglio. A questo punto è necessario fare alcune importanti specificazioni: le tisane drenanti funzionano sia per l’intrinseco potere delle erbe che contengono sia perchè, presentandosi appunto sotto forma di infuso, si assumono comunque liquidi in più. Ovviamente se si esagera comunque con il sale – non bisognerebbe superare i due grammi al giorno – l’effetto depurativo e diuretico che si otterrà sarà più modesto.

Una moltitudine di erbe al nostro servizio

Più sopra abbiamo cercato di darvi un’idea complessiva della situazione, ora vediamo un elenco vero e proprio delle migliori tisane drenanti tra cui possiamo divertirci a scegliere. Esse sono: ortica, pilosella, tarassaco, verga d’oro, asparago, betulla, equiseto, ciliegio, gramigna, mais, frassino, ononide spinosa, ortosifon e prezzemolo. Possono essere usate singolarmente oppure potete andare dal vostro erborista di fiducia e farvi preparare dei mix di queste a dosaggi adeguati. C’è da dire che spesso le tisane drenanti non avrebbero di per sé un sapore eccezionale anzi, a volte il sapore è decisamente amaro e poco palatabile: come risolvere la cosa? Certo c’è sempre il vecchio trucco utilizzare un cucchiaino o due di miele per rendere l’infuso quantomeno più dolce, ma esistono anche altre strade, che vi interesseranno specie se siete anche a dieta, dato che per ottenere l’effetto depurativo andrebbero bevute un minimo di due o tre tazze al giorno. Quando andate dal vostro erborista chiedetegli di aggiungere al miscuglio che vi ha preparato anche una tra menta, finocchio, anice, liquirizia, gelsomino o basilico: provare per credere, la tisana sarà decisamente più gustosa, e senza calorie in più! Attenzione infine ad un’ultima cosa: noi consigliamo di andare dall’erborista perchè almeno avete la sicurezza sui dosaggi sulle erbe, alcuni prodotti da supermercato infatti sarebbero fin troppo leggeri da questo punto di vista e, dunque, nettamente meno efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi