Tutto sui pipistrelli: curiosità e fatti interessanti

Il pipistrello è un animale che vive in ambienti scuri, spesso umidi. Sono animali notturni, che per orientarsi, utilizzando un dispositivo acustico fatto di segnali a ultrasuoni, che funziona proprio come un sonar. Il segnale emesso rimbalza sulle superfici, in modo da poterne calcolare la distanza.

curiosità sui pipistrelli

I pipistrelli sono animali fondamentalmente ciechi, non avendo bisogno della luce per vivere. Per cui volano sfruttando proprio lo strumento del sonar. Questi ultrasuoni che emettono sono indistinguibili per l’uomo, che non riesci ad udirli in quanto al di fuori della nostra capacità uditiva.

Il pipistrello ha una cattiva fama: probabilmente viene visto come una specie di topolino volante dai denti aguzzi. E viene inoltre associato al mito dei vampiri, per cui c’è una sorta di paura ancestrale nei loro confronti ingiustificata.

I pipistrelli sono comunque molto voraci. Nel giro di una notte possono cacciare e divorare centinaia di insetti. Immaginate la strage che fanno durante un interno anno.

La loro voracità è preziosa in agricoltura: divorano senza problemi migliaia di scarafaggi nelle piantagioni. Tanto che vengono spesso utilizzati per questo scopo.
Se non eravate abbastanza terrificati dai pipistrelli, sappiate che l’esemplare più grande del mondo è il pipistrello volpe volante (Pteropus Vampyrus). Può arrivare a tre metri di lunghezza. Come i pipistrelli più piccoli sta appeso ed è un animale principalmente notturno, sta in colonie di migliaia di individui e ha una dieta vegetariana. Distribuito in Indocina e in Indonesia e nelle Filippine.

Dopo i roditori i pipistrelli sono gli animali con il maggior numero di specie nel mondo. In Italia esistono svariate specie, in genere molto minute.

I pipistrelli sono ottimi alleati nella caccia alle zanzare. Il 70% di loro mangia insetti, il resto frutti e piante.

L’origine dei vampiri si deve all’osservazione dei comportamenti notturni dei pipistrelli, in Europa, ma questi non succhiano il sangue. Le specie vampire esistono effettivamente in Sud America e attaccano cani, vacche e altri animali da allevamento. Sono comunque gli unici mammiferi a saper volare.

I pipistrelli hanno un’apertura alare molto importante e il loro volo è molto più aggraziato di quello della maggior parte degli uccelli. Le loro ali ricordano un deltaplano e sono più efficienti di quelle degli uccelli, grazie alla presenza di più legamenti.

Per gli scienziati la diffusione dei pipistrelli si deve alla scomparsa dei dinosauri. Come i roditori, questi piccoli mammiferi presero il sopravvento approfittando della scomparsa dei grandi cacciatori.

Nonostante la non meritata cattiva fama, in Cina e Giappone i pipistrelli sono sinonimo di gioia e felicità. In Europa invece vengono associati al male e alla stregoneria.

Le femmine di pipistrello durante il letargo possono decidere quando dare la nascita ai piccoli, semplicemente ritardando la programmazione, conservando lo sperma nel loro corpo oppure rallentando la crescita dell’embrione.

I pipistrelli sono comunque portatori di malattie come la rabbia, anche se il tasso di mortalità nell’uomo morso da un pipistrello è di una su un milione.

La posizione a capo in giù che ovviamente a noi evoca immagini quasi sempre funeste, è la preferita dei pipistrelli: la usano per riposarsi, dormendo, oppure per socializzare e dare la nascita. Alcune specie vanno in letargo.

La differenza principale con gli uccelli è che hanno le ossa dense, non vivono nell’acqua e danno alla luce i figli tramite il parto e non con le uova, come gli uccelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi