Un fastidioso problema dal nome parassiti intestinali: ecco come combatterli e come purificare il corpo

parassiti intestinaliUn problema molto fastidioso a cui non pensiamo spesso è quello legato ai c.d parassiti intestinali, un problema che solitamente viene alla mente soltanto di quelle persone che sono dirette nei paesi tropicali ma che in realtà dovrebbe interessare a qualsiasi persona. I parassiti intestinali vivono nella maggior parte dei casi nel tratto intestinale umano portando a quel fastidiosissimo fastidio che viene identificato con il nome di “diarrea del viaggiatore”. Questi parassiti non “infettano” però soltanto il corpo dell’uomo ma riescono ad esempio a colonizzare anche il tratto digerente di animali domestici o di animali da branco; solitamente riescono ad entrare nel cibo (soprattutto uova o carni crude/poco cotte) o nell’acqua tramite la contaminazione fecale.

Molte persone però si accorgono “in ritardo” di esser stati colpiti dai parassiti intestinali, in alcuni casi però troviamo dei sintomi che potrebbero diventare il vostro campanello d’allarme. Tra questi sintomi ad esempio troviamo, una mancanza o un eccesso di appetito (che si verifica per più giorni), le pupille dilatate, ansia, nervoso, stanchezza, mal di testa, insonnia e disturbi intestinali (stitichezza o diarrea).

Curare questo problema dev’essere compito di un medico competente (evitate quindi il fai da te) ma volendo ci sono dei rimedi naturali che possono aiutarvi a prevenire questo fastidio o comunque alleviarlo. Uno dei famosi rimedi “antichi” è quello di ingerire ogni giorno 2 o 3 spicchi di aglio, questo (anche se per molti non ha un ottimo gusto) aiuterà a prevenire contro i batteri senza alterare la flora intestinale; un altro prodotto naturale per difenderci dai parassiti è la cipolla. Tra i vari consigli spicca quello legato all’assenzio (ha sempre fatto discutere per via del liquore), un ingrediente che usato come decotto, estratto o diluito con l’acqua vi aiuterà a purificare il corpo; è un ottimo antinfiammatorio anche il curcuma, che mischiato ai cibi a fine cottura potrà rivelarsi molto efficace.

In caso di problemi di nausea e vomito, legati magari alla presenza di questi parassiti, si consiglia di assumere zenzero, carote, anice, fichi e/o dello yogurt, tutti ingredienti che aiuteranno a far passare il senso di nausea e a placare eventuali vomiti. Hanno invece proprietà antisettiche ed antibatteriche i chiodi di garofano (da usare come infuso o olio essenziale), i semi di zucca essiccati, i semi di papaya e l’origano. Per eliminare questi parassiti sarà fondamentale seguire con cura anche una dettagliata dieta, una dieta che sarà molto rigida in quanto questi parassiti vengono alimentati da certi cibi. Tra gli alimenti da evitare spiccano lo zucchero (e tutti gli alimenti zuccherati), il latte ed i suoi derivati, i carboidrati raffinati (pasta, riso bianco), il caffè e l’alcool.

Purificare il proprio corpo è un’azione che andrebbe fatta molto spesso e non soltanto per combattere i parassiti intestinali. La purificazione del corpo è infatti fondamentale per vivere al meglio ma soprattutto per sentirsi “in pace” con se stessi e poter affrontare le proprie giornate con la giusta dose di energia. Come già detto in precedenza una cattiva purificazione potrebbe portarvi ad una sensazione di malessere generale, rovinando il vostro umore e portandovi anche ad un cambio d’identità. Il detto dice “prevenire è meglio che curare”, quindi la mossa giusta è quella di tenersi sempre sotto controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi