Derattizzazione: tutto quello che c’è da sapere

Come si effettua una derattizazioneCosa si intende quando si parla di derattizzazione? Per derattizzazione non si intende la cattura di qualche topo che si aggira per la nostra azienda. Quella è una cattura casuale che non incide minimamente nella diffusione del topo di fogna, animale pericoloso per le persone e per l’igiene complessiva della nostra impresa e dei nostri prodotti. Tra le tante caratteristiche che rendono difficile da estirpare il problema, c’è la resistenza dei ratti alla maggior parte dei veleni, la loro intelligenza e diffidenza, e soprattutto la loro estrema prolificità. Basta subire la visita di una femmina gravida per trovarsi in poche settimane invasi da decine di questi fastidiosi e sporchi animali. Una femmina gravida può avere 6 gravidanze consecutive, ciascuna con la nascita di vari cuccioli.

Per derattizzazione, nel senso proprio del termine, si intende quindi un’azione studiata e pianificata per eliminare in breve tempo e sistematicamente tutti i ratti che si aggirano per gli ambienti dell’azienda, il tutto senza rischiare che i nostri cani o gatti domestici ingeriscano le esche avvelenate destinate ai topi. Quando si effettua una derattizzazione, è necessario affidarsi all’esperienza di aziende specializzate che conoscono il problema ed hanno esperienza nella risoluzione.

I ratti, ad esempio: ci sono varie razze, con abitudini diverse in merito ai luoghi in cui nascondersi e in merito al tipo di cibo che preferiscono. Possono essere riconosciuti dal colore del pelo e dalle “tracce” che lasciano. Già l’individuazione della razza specifica fa cambiare il tipo di strategia da attuare. La strategia comporterà la scelta del tipo di contromisura da adottare, il che significa un mix tra esche avvelenate e trappole a cattura. Comporterà la scelta dei luoghi in cui piazzare le une e le altre. E soprattutto, come ogni strategia, comporterà il controllo dei risultati, che ci permetterà di capire quali esche, o quali trappole, e dove, stanno dando i migliori risultati, e quindi come possiamo proseguire nell’azione di contrasto.

L’obiettivo di una derattizzazione, lo ripetiamo, è l’eliminazione del problema. Non esistono “risultati parziali” in una derattizzazione: o estirpiamo l’infestazione, o la stiamo solo moderando, rimandando inevitabilmente i tempi ed i costi della soluzione definitiva. Non c’è alternativa ad una strategia che comporti l’ispezione dei locali, la definizione di una vera e propria strategia in merito al posizionamento di esche e trappole, la manutenzione ed il monitoraggio di ciascun apparecchio, con la conseguente tracciabilità dei risultati e l’adeguamento della strategia, fino alla vittoria finale, certificata dai dati acquisiti nel corso dell’intervento. Ogni battaglia necessita di una strategia e dei giusti alleati, e solo aziende che si occupano professionalmente di derattizzazione e disinfestazione, possono essere il giusto alleato, con la giusta strategia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi