Differenza tra gas e vapore

Il gas è la forma di una sostanza che assomiglia all’aria e si muove liberamente all’interno della nostra atmosfera. D’altra parte, il vapore è una sostanza che rimane sospesa nell’aria e si diffonde ad un ritmo veloce proprio come un solido o un liquido.

  • Il gas non lo possiamo vedere, ma possiamo sentirlo o annusarlo.
  • Il vapore ha una forma che possiamo vedere che origina da una forma gassosa.
  • Il gas è la forma di stato più bassa che può esistere in materia. Il vapore invece è uno stato intermedio tra gas e liquido.
  • Il gas ha uno stato termodinamico a temperatura ambiente. Invece il vapore esiste come miscela di due stati a temperatura ambiente.
  • Il gas tende a disperdersi ogni volta che si verifica un cambiamento nell’equilibrio, il vapore rimane lo stesso anche se muta lo stato di equilibrio.

Il gas

Il motivo per cui è estremamente volatile dipende dalla quantità di molecole e atomi che non hanno nulla che li delimiti, e quindi vanno da un luogo all’altro senza alcun impedimento. Hanno più energia cinetica del normale, e quindi i movimenti diventano casuali, dando loro il vantaggio di muoversi da un luogo all’altro.

Nel momento in cui un campione di materia allo stato vaporoso viene raffreddato ad una temperatura sufficientemente bassa, potrebbe trasformarsi in un fluido oppure uscire dallo stato di gas inerte. Ad esempio, se l’azoto viene raffreddato a una temperatura molto inferiore a zero gradi Celsius, si scioglie. L’azoto liquido è utilizzato da alcuni specialisti terapeutici per demolire le piaghe cutanee minori, ad esempio le verruche.

Un altro gas, l’anidride carbonica, sfugge alla fase liquida quando viene raffreddato trasformandosi in ghiaccio secco. Nel caso in cui un campione di materia vaporosa venga riscaldato, il peso aumenta. Se il campione viene raffreddato, la pressione diminuisce.

Al gas inodore viene aggiunta una sostanza che produce un odore pungente, riconoscibile, che serve per sicurezza onde evitare di accendere dispositivi elettrici o una qualsiasi fiamma durante una fuga di gas.

Il vapore

Si ottiene a causa del processo di bollitura o di riscaldamento come avviene quando si fa bollire l’acqua, in questo caso si chiama vapore acqueo. A un certo punto, quando la temperatura diventa uguale al massimo necessario per darle un carattere distintivo, inizia ad evaporare e poi prende la forma di vapore. Il vapore passa ad uno stadio gassoso ad una temperatura in cui una sostanza simile può anche esistere allo stato fluido o attivo, alla temperatura iniziale dell’elemento. Il termine gas indica uno stadio liquido comprimibile.

Si tratta di gas per i quali nessun fluido può accumularsi alla temperatura del gas, ad esempio l’aria a temperature medie circostanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi