Stampanti laser vs stampanti a inchiostro: pro e contro

stampanti laserE’ entrata a pieno titolo tra le ‘cose di casa’ dopo aver invaso pacificamente le postazioni degli uffici di tutto il mondo. La stampante è un ausilio indispensabile per chi lavora ma sempre più spesso lo è anche tra le mura domestiche, per le famiglie. Sono tanti i servizi che questi strumenti assicurano, c’è però da tenere presente che non sono assolutamente tutte uguali. Le stampanti a inchiostro sono più diffuse negli appartamenti e nelle cartucce si trova l’inchiostro liquido di vari colori (nero, ciano, magenta e giallo). I vantaggi? Alta qualità di stampa delle foto, in aggiunta alla sensazione nostalgica di archiviare i documenti di casa sui cari vecchi fogli di carta. Nelle stampanti laser, che popolano gli uffici, cambia il funzionamento. A partire dal toner, che qui non ha all’interno dei liquidi, scongiurando il rischio che si secchino. Assicura inoltre velocità elevata di stampa, unita alla quantità massima di pagine che è possibile stampare. Ecco perché per capire quali siano le migliori stampanti laser da ufficio bisogna tenere presente l’orizzonte del carico di lavoro.

La green economy applicata a velocità e autonomia

Bisogna sempre valutare la convenienza dei toner e il risparmio energetico, quest’ultimo sempre più sotto i riflettori a livello internazionale in quella che ormai è stata ribattezzata l’era dei ‘ragazzi di Greta’ e delle battaglie green. C’è stato un tempo in cui le stampanti laser sono state più adatte ad aziende con alte necessità di stampa: il prezzo era elevato e richiedeva, per avere vantaggi economici, un carico di lavoro importante. Mentre le stampanti a getto d’inchiostro avevano un costo ridotto ma anche costi di stampa più elevati. Ma le cose sono cambiate, ecco perché è diventato importante saper scegliere in modo autonomo. Le stampanti laser sono pensate per portare a termine attività di un certo tipo, oltre la soglia delle quali si può andare incontro anche a degli improvvisi guasti e di conseguenza veder diminuire in poco tempo il ciclo di vita dell’unità. Deve essere anche questo a orientare la scelta: un calcolo sul tipo di attività e la quantità di stampe da fare su base mensile.

In viaggio tra costi e specifiche tecniche

Ecco perché, con l’intento di essere d’aiuto a chi vuole acquistare una di queste macchine nella scelta del modello più adatto, spesso i produttori di stampanti laser da ufficio indicano questo elemento tra le specifiche tecniche: il carico di lavoro che quell’unità è in grado di garantire a livello mensile. Ottimizzare è la parola chiave, con questi strumenti. In merito poi al capitolo delle spese, bisogna tenere presente che il toner ha un costo più alto rispetto alle cartucce, ma che consente la stampa di migliaia di copie: è proprio questa caratteristica che rende la stampante laser perfetta per il lavoro d’ufficio. Considerando anche che, per risparmiare, è possibile sondare il mare di cartucce e toner compatibili per i diversi modelli e marche di stampanti. Senza dubbio chiunque è ormai in grado di intercettare i prodotti più adatti e in grado di apportare un abbattimento reale di costi. Comprare dai rivenditori online è un’ottima soluzione, perché con costi contenuti il risultato è veloce e di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi