Tende da sole : un po’ di storia

Le tende da sole sono, per la nostra cultura, un complemento d’arredo relativamente giovane; ovviamente la necessità di ripararsi dai raggi solari è sempre esistita, ma veniva vista appunto, come necessità e non anche come arredamento, a completamento di un’abitazione.  L’uso di tende da sole per esterni la ritroviamo, andando a ritroso nel tempo, nell’Antica Roma, dove una particolare tenda da esterno, della velarium, veniva usata negli anfiteatri, ed era composta da più veli (da qui il termine velarium) in canapa. Il velarium veniva adoperato per proteggere gli spettatori degli spettacoli teatrali in caso di pioggia o per ripararli dal forte caldo. Ne abbiamo notizia da storici come Plinio che descrive la copertura del Foro Romano come pìù bella dello spettacolo stesso. Ma anche altri grandi autori latini ne fanno menzione, a dimostrazione dell’importanza di questa struttura nell’assemblaggio degli spettacoli.

A parte l’uso latino di tende esterne, non sono riportati molti usi nei secoli a venire di questo complemento d’arredo. Possiamo dire che per parlare propriamente di tende da sole da esterno si deve arrivare al XX secolo.

Le epoche precedenti non ricorrevano a tende da sole esterne per proteggere le proprie abitazioni o per arredare uno spazio esterno. Neppure il magnifico Rinascimento o la Francia del Re Sole ne concepiva l’utilizzo: i tendaggi per la protezione delle stanze erano interni e per gli spazi esterni si prediligeva il pergolato o un gazebo che fosse ricoperto da adeguata vegetazione piuttosto che da tessuti. Gli ultimi anni dell’800 vedono il tessuto protagonista di coperture  in gazebo utilizzati per il tempo libero all’aperto. I raggi del sole erano visti come nemici della carnagione (specie femminile) perché ne rovinava il biancore. Da qui l’uso via via più frequente di installare tende da sole esterne per proteggere dai raggi del sole non solo gli individui, ma anche le pareti domestiche. I grandi giardini del passato erano pieni di patio, tutti però coperti in legno, muratura o vegetazione. Il XX secolo è stato il secolo delle innovazioni costruttive vere e proprie e anche dell’arredamento, reso più funzionale e meno pomposo dalle nuove tendenze; è allora che nascono le prime coperture esterne per la protezione non solo dalle intemperie, ma anche dai raggi solari e si considera lo spazio esterno come luogo da vivere. La crescente richiesta di vivibilità di spazi esterni quali giardini, ma anche di terrazzi e balconi, favorisce la nascita delle tende da sole propriamente dette. Da qui, arrivare ai giorni nostri con la produzione di tende da sole che soddisfino esigenze e gusto estetico il passo è breve: non solo proteggere finestre, vetrate e balconi, ma anche avere un prodotto che permetta la vivibilità di spazi per il relax e tempo libero all’aperto: siano essi giardini o terrazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito, accetti i cookie presenti in esso Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi